acsolution - UNREGISTERED VERSION

Cerca
Vai ai contenuti

Menu principale:

IMPIANTO CON ACCUMULO

PRODOTTI > FOTOVOLTAICO

Batterie di Accumulo per Impianti Fotovoltaici
Le batterie di accumulo utilizzate negli impianti fotovoltaici permettono di immagazzinare l’energia prodotta in eccesso dal fotovoltaico per poterla riutilizzare nei momenti in cui l’impianto non produce energia (es. di notte).

Tipologie di batterie di accumulo per fotovoltaico
Batteria Accumulo FotovoltaicoLe batterie per l’accumulo dell’energia autoprodotta con un impianto fotovoltaico, per poterla utilizzare temporalmente differita rispetto alla sua produzione, sono degli accumulatori di tipo elettrochimico e vengono prodotte con una vasta gamma di tecnologie costruttive riconducibili generalmente alle seguenti tipologie:

Batterie di accumulo al Piombo – acido (a vaso aperto, ermetici e con elettrolita in gel)
Batterie di accumulo agli Ioni di litio (li-ion) tra cui:ossido di litio-cobalto, litio-fosforo, litio-manganese, litio-ossido di nichel, litio- ferro-fosfato
Batterie di accumulo al Nichel- metallo – idruro (NiMH)
Batterie di accumulo al Nichel- cadmio (NiCd)
Batterie di accumulo con Tecnologie ad alta temperatura (es. ZEBRA al nichel-cloruro di sodio)

Caratteristiche principali delle batterie di accumulo
Le principali caratteristiche che devono possedere i sistemi di accumulo per gli impianti fotovoltaici sono i seguenti:

funzionamento continuo per garantire una costante capacità ad accumulare o erogare energia elettrica in grandi e piccole quantità
erogazione di corrente sufficientemente grande
lunga durata di vita nel funzionamento ciclico
bassa manutenzione in esercizio
costi ridotti
Confronto delle caratteristiche per tipologia di batteria di accumulo
In tabella si possono valutare i vantaggi e gli svantaggi offerti dai vari tipi di batterie di accumulo per impianti fotovoltaici; le tecnologie al piombo e al litio sono quelle che attualmente sono le più diffuse perché offrono valide prestazioni di funzionamento in rapporto ai costi ed alla durata.


Torna ai contenuti | Torna al menu